Storie

Corsa, solitudine e relazioni

Secondo me associare la solitudine al podismo rischia di essere fuorviante.

Almeno lo è se intendiamo la solitudine come assenza di relazione.

Credo sia più utile domandarci quale sia la relazione in atto quando non dialoghiamo con le persone intorno a noi.

Quale è quindi la relazione che avviene superato il famigerato muro del 30esimo km o quando svolgo un allenamento senza compagni di strada?

Cosa significa in tal senso solitudine?

La risposta è semplice.

Siamo in relazione con noi stessi.

Di Cesare Picco, psicologo dello sport e maratoneta. Estratto da un brano uscito su La Repubblica dei runner.