Storie

Cosa è la corsa

Correre è tentare un’impossibile evasione dal mondo, architettarla minuziosamente nonostante la piena coscienza che dal mondo non si può evadere[…]

Correre è, per spendere qualche parola in più, la rinuncia momentanea a tutte le coordinate, i codici, gli appigli che abitualmente valgono per muoversi nel mondo.

Correre è, in estrema sintesi, attraversare il mondo in una maniera inedita.[…]

Correre è prendersi una salutare pausa dal nostro ruolo di esseri impegnati (condannati?) a dire, fare, produrre, mostrare e dimostrare.

Correre è solo e soltanto esserci.[…]

Correre è tuttavia un’azione inequivocabilmente compiuta all’interno del mondo.[…]

Per cui, ed ecco che si comincia a chiarire il paradosso, se il momento della corsa è una parentesi al di là dell’ordinario, il rapporto con la corsa andrebbe il più possibile integrato nella quotidianità.


Tratto dal libro Runningsofia. Filosofia della corsa di Claudio Bagnasco, fondatore di Bed&Runfast.